LA FAMIGLIA WIGRAM IN VISITA A CASOLI

Domenica 15 luglio 2012 è stata intitolata una sala del castello ducale a Lionel Wigram, maggiore britannico dell'VIII Armata.
I fratelli Wigram, Anthony e Michael, figli del maggiore Lionel insieme alle loro famiglie, sono stati ospiti qui in Italia per tre giorni ripercorrendo i luoghi che hanno visto protagonista il loro eroico antenato. Così hanno visitato il cimitero di guerra anglo-canadese del fiume Moro a Ortona, in cui il maggiore Wigram riposa, Pizzoferrato, luogo della battaglia dove trovò la morte e Casoli che fu sede del comando alleato alla fine del 1943.


Il maggiore, durante l'avanzata delle truppe angloamericane in Abruzzo fu l'unico ufficiale alleato   che prese sul serio la proposta dell'avvocato Ettore Troilo di accogliere nella sua compagnia i patrioti della Maiella, gruppo partigiano che già operava sul nostro territorio di cui Wigram aveva intuito l'affidabilità e il valore tattico. Gli incontri fra Troilo e le forze alleate avvenivano nel castello di Casoli, in quanto il paese era già in territorio liberato ed Ettore Troilo vi era sfollato da Torricella Peligna, ancora occupata dai tedeschi. Grazie alla lungimiranza di Wigram l'accordo si raggiunse e la forza armata congiunta delle truppe italiane e britanniche fu denominata “Wigforce”. Purtroppo Wigram sarà colpito a morte il 3 febbraio del 1944 negli scontri di Pizzoferrato; ma i  patrioti della Maiella, ormai considerati indispensabili dai vertici dell'VIII Armata, diventeranno la Brigata Maiella e contribuiranno alla liberazione dell'Abruzzo e dell'Italia.